Cesano di Roma

Sta per arrivare la primavera!

Sta per arrivare la primavera!

Sta per arrivare la primavera!
febbraio 23
16:47 2011
Wow! La primavera è ad un passo. Evviva! Ora mi trovo una bella femminuccia – anzi più di una – ed il gioco è fatto, perché il posto dove mettere i cuccioli è pronto.

Il posticino è l'ideale: la sua forma stondata ripara da certi agenti climatici negativi come il freddo, ma consente l'arrivo dell'acqua che serve alla crescita dei nostri piccoli. Il fondo impermeabile fa la differenza. Vuoi mettere? Poi il suo colore nero, migliora la tenuta del caldo che tanto ci ricorda le nostre zone climatiche d'origine. Insomma, una goduria.

Vedrai come ci si diverte in primavera, ma anche e di più quest'estate. Sai quanto bel cibo trovano le nostre femminucce in giro d'estate? Non si fa fatica, non c'è più bisogno di penetrare i tessuti invernali, l'aria accarezzerà la pelle dove le nostre amate andranno a posarsi. Con un po' di fortuna, le nostre compagne riusciranno a portarsi appresso qualche passeggero da scaricare poi attraverso la pelle nel sistema circolatorio del loro cibo preferito: gli uomini, ma anche gli animali che essi tengono vicino…

Zanzara Tigre

Fin qui il pensiero che abbiamo captato oggi mentre, visitando un parco che certi considerano una discarica, abbiamo osservato uno pneumatico di automoibile buttato per terra insieme ad altri materiali scaricati in zona. Sì, amici scaricatori, le zanzare trigre ringraziano. Infatti, quanto descritto, è uno dei danni collaterali che derivano dal fatto di scaricare abusivamente materiali lungo le vie.

Quest'estate, quando i nostri corpi più scoperti verranno aggrediti dalle zanzare tigre femmine, ricordiamoci che dobbiamo "ringraziare" anche colui che ha gettato quella gomma in una strada vicino alle nostre case. Forse addirittura sotto casa sua senza sapere che, come leggiamo in Wikipedia, la Aedes albopictus (nome scientifico della z. tigre) indigena in zone tropicali e subtropicali, si sta adattando con successo anche a regioni più fredde. Nelle zone tropicali calde e umide è attiva tutto l'anno, in regioni più temperate svernano. Uova delle varietà presenti nelle zone temperate tollerano meglio il freddo  (temperature sotto zero, neve) di quelle presenti in regioni più calde. Inoltre, le zanzare tigre adulte possono sopravvivere durante l'inverno in microhabitat adeguati [sic!]. Perché questa zanzara originaria del sud-est asiatico, ha sfruttato i trasporti commerciali umani per diffondersi in molte zone del mondo e per ultima in Europa. In Italia ha fatto la sua comparsa nel 1998, a Genova, in un deposito di pneumatici [sic!] usati, importati dall'estero.

E forse l'"amico" non sa quali sono i pericoli per la salute dovuti a questa zanzara che può veicolare diverse gravissime malattie: infatti, può trasmettere patogeni e virus come quello della febbre del Nilo, della febbre gialla, dell'encefalite di St. Louis, del dengue, l'agente patogeno della dirofilariasi e chikungunya. La z. tigre fu responsabile dell'epidemia di chikungunya del 2005-2006 sull'isola francese di Riunione. In settembre del 2006 si stimarono circa 266.000 persone contagiate e si contarono 248 morti sull'isola. La z. tigre fu anche vettore di tale virus causando la prima e unica epidemia di chikungunya in Europa. L'epidemia avvenne in Italia, in provincia di Ravenna, nell’estate del 2007, durante la quale si contagiarono più di 200 persone. Evidentemente, mutazioni del virus di chikungunya vengono trasmesse direttamente e facilmente; ciò fa temere che questa malattia si possa nuovamente diffondere tramite Aedes albopictus in queste regioni. La z. tigre è pure importante nella medicina veterinaria. Per esempio, sono vettori di vermi parassiti del genere Dirofilaria, agenti della dirofilariasi cardiovascolare in cani e gatti.

Cesano, 23 Febbraio 2011

Sull'autore

Staff

Staff

Related Articles

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento