Cesano di Roma

Un “islandese” per le vie di Cesano

Un “islandese” per le vie di Cesano

Un “islandese” per le vie di Cesano
novembre 03
01:28 2012

Sulle orme del monaco islandese Nikulas di Munkathvera, il pisano Nino Guidi, ha ritrovato il cammino, intraprendendo oltre quattro mesi fa un lungo percorso a piedi. Da Rejkiavik a Roma sono circa 3.700 km, lungo la Via Francigena che venne percorsa tra il 1151 ed il 1154.

Nino, un posato 45enne toscano, instancabile camminatore risponde ad alcune nostre domande appena arrivato a Cesano, come se gli ultimi 35 km percorsi fosseso stati una breve passeggiata di quel lungo percorso che, ancora dopo qualche ora, si concluderà a Roma, nella Basilica di San Pietro. “Ho scelto Cesano avendo intrapreso una collaborazione con Adelaide Trezzini (co-autrice di “Cesano Borgo fortificato sulla Via Francignena, Gangemi Editore 2012 [NdR])per sviluppare la parte del cammino di Nikulas e darla a conoscere al Mondo, visto che la descritta Sutri piccola, nel diario dell’islandese, si identificherebbe con il Borgo di Cesano, meta dei pellegrini nell’Alto Medioevo. L’idea nasce durante lo studio che ho fatto per preparare la tesi come Guida Ambientale Escursionistica, studiando sui testi della Via Francigena ho scoperto il percorso del monaco Nicola. Siccome mi interessano i paesi del nord dell’Europa e camminare è il miglior metodo per conoscere il territorio, ho messo insieme le due cose insieme alle situazioni precedenti di lavoro e di vita, in un certo senso spirituale. Partito per conoscere il percorso come guida escursionistica ed i paesi saprò alla fine del percorso se l’importante parola con la quale tanti mi hanno chiamato applica nel mio caso: pellegrino. Il percorso è diventanto un cammino, un cammino interiore. Con domande e risposte belle, importanti. Per es. nel nord della Germania, cercando un b&b una ragazza mi ha dato delle informazioni che, involontariamente sbagliate, mi hanno portato a cercare per 20 minuti il posto, quando ho visto lei che insieme al suo compagno resasi conto dell’errore mi cercava per aiutarmi ed offrirmi di andare a dormire da loro. Così abbiamo parlato durante la notte, una conversazione su tanti temi, conclusi con la domanda «io ho ospitato uno sconosciuto, pensi di poter ospitare uno sconociuto al rientro dal tuo cammino?». Il fatto è che ho visto la paura negli occhi della gente che ci vedeva con lo zaino alle spalle, la paura dello sconosciuto, del forestiero. Paura che io invece non ho avuto mai. Nascerà una guida o diario del percorso, il cammino per chi crede è un segno, per chi non crede è come un treno che va preso. Gli incontri sono stati gli elementi principali, che hanno dato sostanza al percorso che non i monumenti. Al mio rientro, quando riprenderò il lavoro, se qualcosa sarà cambiata, sarò io ad essere cambiato non tutto il resto. Il trattamento del pellegrino è sempre una presa in giro, purtroppo sia a Martignano, sia a Cesano, le informazioni comunicate alla Association Internationale Via Francigena non risultano, motivo per il quale il pellegrino può scegliere percorsi diversi se l’offerta di soggiorno è più conveniente, 5, 10, 15 euro la donazione in chiesa, 20-25 euro per dormire in altri luoghi.”. Senz’altro è stata una bella avventura: conclude María. Lo sviluppo del Borgo di Cesano, la trasformazione di certe caratteristiche inadatte allo scopo, l’aria fresca che si viene respirando e le iniziative che dovranno seguire quelle che ci sono già state, grazie alla maggior conoscenza della Via Francigena, daranno nuova vita ad un Borgo che nulla ha da invidiare ai tanti luoghi che l’insieme di strade della Via Francigena ci propone.

Clicca qui per un breve video di Nino Guidi al Borgo di Cesano.

2012-11-03 idea e testo AM con la preziosa collaborazione della giornalista María De La Rosa che ha intervistato Nino Guidi insieme a don Federico Tartaglia. Grazie a Stefano dell’Osteria del Borgo. Un grazie speciale all’amico Franco Mocci, sempre pronto e ad Adelaide Trezzini che oltre ad averci dedicato un libro (“Cesano Borgo Fortificato sulla Via Francigena”) ci cura di attenzioni e ci tiene sempre informati delle iniziative pro-Cesano.

fotografie @2012 Alberto Molinas

Sull'autore

Staff

Staff

Related Articles

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento