Cesano di Roma

Alternative alla chiusura della Cassia Bis

Alternative alla chiusura della Cassia Bis

Alternative alla chiusura della Cassia Bis
novembre 09
10:34 2009
Ci sono poche soluzioni!!! Il XX Municipio si sta attivando, forse viene stabilito il doppio senso di marcia sulla carreggiata direzione Roma. I disagi non verebbero risolti, ma la situazione attuale sarebbe un po’ migliorata. Ora è un caos. Ci possono voler due ore e passa per percorrere la distanza che separa il centro di Roma da Cesano.
All’incrocio tra la Via Cassia e la Via Trionfale, i vigili fanno miracoli per evitare che conducenti senza scrupoli intasino ulteriormente il caotico traffico che si è venuto a creare, i soliti che pur passarti avanti di 10 metri, mettono a rischio anche la propria vita.
Per raggiungere Cesano non ci sono soluzioni efficaci, ma c’è un paliativo. Al fine di evitare l’intasamento che provoca sulla Via Cassia l’uscita obbligatoria a Formello, si può imboccare la variante della Via Braccianese a Spizzichino, quindi, raggiunta Osteria Nuova, deviare su Via della Stazione di Cesano ed il gioco è fatto (i km da percorrere sono molti di più ma se tutto fila liscio in 10 minuti si arriva a Cesano da Spizzichino). Ovviamente questo percorso è molto utile per chi abita a La Storta, Cerquetta, Olgiata e dintorni.
Il percorso sulla Via Trionfale è drammatico quanto quello sulla Via Cassia, pertanto non è neanche questa una soluzione, ma è un’altrenativa.
Chi deve raggiungere Cesano dalla Via Aurelia e dintorni, farà bene a scegliere Via dell’Arrone e Via di Santa Maria di Galeria per giunti ad Osteria Nuova proseguire su Via della Stazione di Cesano.
Percorrere Via della Storta da Via di Boccea può essere utile per poi continuare sulla variante della Via Braccianese fino a Cesano.
Per chi arriva da est, dalla Via Nomentana per esempio, proseguire per la Via Flaminia per raggiungere Cesano passando da Morlupo e Campagnano è un’altra soluzione ma i tempi di percorso non sono garantiti, la strada è lunga e le curse sono in agguato.
Invece i soliti percorsi alternativi che passano da Labaro, Prima Porta, Santa Cornelia oppure da Sacrofano, non servono a nulla perché non consentono di superare il blocco del viadotto, rimandando tutti a Formello, creando ulteriore caos.
Per ora è tutto su questo “bolletino di guerra”.
Cesano, 11/11/2009

Sull'autore

Staff

Staff

Related Articles

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento