Cesano di Roma

Lunedì, presentazione del progetto preliminare di riqualificazione ambientale di Osteria Nuova

Lunedì, presentazione del progetto preliminare di riqualificazione ambientale di Osteria Nuova

Lunedì, presentazione del progetto preliminare di riqualificazione ambientale di Osteria Nuova
Ottobre 22
18:01 2017

Un comunicato stampa del Municipio Roma XV per annunciare che “lunedì 23 ottobre alle ore 18.00 presso l’aula magna della scuola primaria e secondaria di Osteria Nuova, sita in Via Anguillarese 171, il Presidente del Municipio e gli Assessori al Bilancio, Lavori Pubblici e Ambiente presenteranno alla cittadinanza il progetto preliminare di riqualificazione ambientale sostenibile di Osteria Nuova. In particolare, nel corso della presentazione saranno descritte le attività condotte fino ad oggi, lo stato dell’arte e i futuri passi che porteranno alla realizzazione di un progetto così strategico per il territorio.“.

Questo progetto è la risposta a quanto i cittadini da cinque anni chiedono: 

Raccolta consensi dei cittadini di Osteria Nuova, Santa Maria di Galeria, Anguillara, Cesano, Lotti di Roma, Bracciano, e di chiunque altro sia interessato all’ammodernamento degli svincoli della SP 493 Braccianense e a migliorare le condizioni generali della viabilità ad Osteria Nuova.
“Le strade provinciali Anguillarese e Braccianense che passano all’interno del centro urbano di Osteria Nuova, sono state realizzate in un’epoca in cui le esigenze di spostamento e i mezzi di trasporto avevano caratteristiche profondamente diverse.
Attualmente con l’incremento del traffico proveniente dai centri urbani limitrofi, queste strade necessitano di interventi di ammodernamento e di nuova moderazione del traffico.
La segnaletica stradale non risulta più sufficiente a dissuadere gli utenti della strada SP5a Anguillarese a percorrere il centro abitato a velocità moderata in vista degli attraversamenti pedonali più frequentati.
Molteplici sono state le proposte di risoluzione suggerite, dai passaggi pedonali rialzati alle telecamere per il controllo della velocità, alle nuove segnaletiche luminose ecc., sino alle rotatorie, il tutto per indurre gli utenti a rallentare in prossimità del tratto urbano e almeno del più importante attraversamento pedonale in prossimità dell’ingresso alla scuola, frequentato per lo più da bambini e genitori, i cosiddetti utenti deboli.
Da tempo infatti, vengono segnalati forti disagi negli orari interessati dagli ingressi e dalle uscite dalla scuola, Plesso Scolastico E. Biagi, di via Anguillarese.
Si è dovuto ricorrere anche alla produzione di documentazione scritta e fotografica per sollecitare un intervento del Municipio XV atto a risolvere il problema ingorghi.
Non va di certo meglio nell’altro quadrante per la SP493 Braccianense, anche qui vale lo stesso discorso della precedente, la segnaletica risulta obsoleta ed in certi tratti addirittura inesistente, questo sia in prossimità degli attraversamenti che per tutta la percorrenza.
Nel tratto dell’area postale poi, quello dell’ufficio di Santa Maria di Galeria, sito sulla Braccianense, vi è un attraversamento pedonale il quale risulta molto frequentato anche da persone anziane che, ogni giorno si espongono a gravi rischi, questo grazie anche alla mancanza, già più volte segnalata, delle “strisce” che segnalano correttamente l’attraversamento pedonale.

Inoltre, dal 22 marzo 2013 tale tratto stradale, “quello urbano”, (come anche il precedente dell’Anguillarese) sono stati ceduti dalla Provincia di Roma a favore del Patrimonio del Comune di Roma e dunque di conseguenza al municipio XV che, però eccepisce sul metodo di trasferimento.
Queste contese però poco importano alla popolazione che ogni giorno si trova alle prese con problemi di sicurezza agli incroci, agli attraversamenti pedonali e con problemi dovuti all’assenza di marciapiedi, fino ad arrivare all’immondizia e alla pulizia delle strade.”
“Infatti, in concomitanza della cessione dei citati tratti, si è verificata la situazione che le banchine sono piene di erbacce non falciate, le caditoie di deflusso pluviale sono otturate, e causano pericolosi rigagnoli che scorrono per la strada, mettendo a repentaglio la sicurezza della già tristemente nota e pericolosa sp Braccianense. In queste condizioni siamo portati a credere che, anche la salubrità dei luoghi prima o poi sarà seriamente a rischio.”
“In un centro chiamato urbano normalmente vi sono marciapiedi percorribili, incroci ben segnalati e strade efficienti e a norma di sicurezza, come pure un protocollo da rispettare per il mantenimento delle strade stesse, ovvero un quadro completo di iniziative che sono quelle normalmente applicate in ogni città che si reputi civile e al passo con i tempi, questo è ciò che gradiremmo avere da parte del Comune di Roma e dei municipi XIV e XV a tale riguardo, ed anche in tempi brevi.”
Da anni, infine, vengono denunciate dai residenti e dalle associazioni locali, GRAVI carenze alla viabilità e alla sicurezza in generale, per la Strada Provinciale 493 Braccianense, all’altezza dei due incroci.

  1. Intersezione sp493 Braccianense con sp 5 Anguillarese direzione Anguillara e direzione Roma e viceversa in direzione Bracciano
    (Tipico incrocio a T)
  2. 2. Intersezione sp 493 Braccianense con via della Stazione di Cesano, direzione Cesano, per via di Santa Maria di Galeria, e Roma, e viceversa direzione Bracciano. (tipico incrocio a 4 vie).

Proprio questi incroci a causa della inesistente regolamentazione, sono stati interessati da molti incidenti anche gravi.

La nostra Soluzione:
“Dal 2003- per la nostra zona vengono determinati e stanziati dei fondi dal CIPE (Comitato Interministeriale per la Programmazione economica), Organo preposto alla quantificazione e successiva assegnazione, dei fondi. Tali compensi vengono assegnati ai Comuni, alle Provincie, di conseguenza alla cittadinanza più prossima ai centri di ricerca come il CNR Casaccia, a ristoro delle attività nucleari che si svolgono al suo interno.
Ristoro che viene regolamentato ed emanato con un limite di raggio di interessamento pari ad un’area di 10 km dal centro di ricerca e stoccaggio in questione.

La suddivisione avviene per percentuali:

  • 50% comune di residenza del centro (ROMA)
  • 25%alla provincia di competenza ROMA
  • 25% altri comuni che ricadono nel raggio dei 10km in provincia di (ROMA).

Di questi fondi a compenso per le attività nucleari svolte dall’Enea, a Nostro avviso, se dal lontano 2003 ne avessimo beneficiato per ciò che ci spettava, ad oggi Osteria Nuova sarebbe potuta essere un fiore all’occhiello di periferia. 

A tale proposito dichiariamo che:
Nel 2015 l’allora Prefetto di Roma Franco Gabrielli nell’ambito degli incontri programmati con le associazioni e comitati cittadini svolti dallo stesso con i vari Municipi di Roma, fu informato tramite una delegazione del CdQ di Osteria Nuova circa i disagi sopra descritti, e fu messo al corrente anche che, esiste un piano di sicurezza o meglio di Evacuazione in caso di fuga radioattiva dal CNR Casaccia, e che egli stesso Prefetto di Roma era il responsabile dell’attuazione.
L’argomento fu trattato con molta attenzione sia dal Prefetto che dal Presidente del Municipio Daniele Torquati come pure da tutto il consiglio.
I Cittadini di Osteria Nuova chiesero con chiarezza di intervenire, era il caso di dare una svolta alla questione, appellandosi al senso civico del Prefetto.
Questo incontro fu verbalizzato dalla commissione del XV Municipio e dalla Prefettura, vennero mostrate vecchie risoluzioni risalenti al 2009 del Municipio ex XX riguardo l’argomento, altre richieste furono protocollate in seduta stante al MUNICIPIO XV al CU-N 51529 data 09-LUG.2015 e mostrata il CU-N° 26036 del 10 APR. 2015, a cui seguirono altre comunicazioni ufficiali del Presidente del Municipio XV°, protocollate al CU-N° 55549 data 27 LUG.2016 e CU-N° 77922 .data 22 OTT.2015 con le varie richieste di impegno.
Si richiedeva l’ammodernamento della viabilità intorno al quadrante di OSTERIA NUOVA suggerendo l’utilizzo dei FONDI DEL CIPE.

Con tali fondi, ad essere valorizzata sarebbe stata non soltanto la zona che nonostante le difficoltà per essere sorta spontaneamente avrebbe potuto raddrizzare un poco la situazione, ne avrebbe sicuramente tratto beneficio anche la cittadinanza. Anche l’arte si sarebbe potuta godere di più, perché tra l’altro la zona è ricca di storia. Vedi parco di Galeria Antica, chiesa di S. Maria in Celsano ecc..”

Considerato che:
Ad oggi si registra una nuova fase di stallo per la risoluzione delle problematiche su citate, le strade e le intersezioni sono esattamente come prima, alcun ammodernamento previsto è stato intrapreso e tantomeno si vede proseguire per la direzione indicata più volte dai cittadini stessi.
Ci siamo dunque proposti di ridare un nuovo impulso, raccogliendo FIRME per ripartire dal lavoro sino a qui svolto, convinti che l’ammodernamento debba iniziare con la definitiva messa in opera di N°2 rotatorie che disciplinino il traffico ad Osteria Nuova, e con la successiva messa in sicurezza di tutto l’anello perimetrale di Osteria Nuova, attraversamenti segnaletiche e nuova disciplina del traffico per le tratte urbane.
Fiduciosi di un positivo riscontro si inviano ai rispettivi organi preposti cordiali saluti!
Per il Coordinamento CITTADINO, portavoce Giampaoli Giandaniele

E noi raccogliamo questa informazione che lo è anche a beneficio di Cesano.

Domani, 23.10.2017 ore 18.00 a Osteria Nuova!

red. 22.10.2017

Sull'autore

Redazione

Redazione

Related Articles

1 commento

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento