Cesano di Roma

Compost tra Osteria Nuova e Cesano?

Compost tra Osteria Nuova e Cesano?

Compost tra Osteria Nuova e Cesano?
Ottobre 17
15:00 2017

Si terrà domani, mercoledì 18 Ottobre 2017 alle ore 18.30, nella sala parrocchiale della chiesa di Sant’Andrea Apostolo, in Via Lamon 14, a Osteria Nuova, la terza assemblea pubblica sull’argomento “Centro di Compostaggio”.

Nella speranza che non si ripeta quanto accaduto durante la scorsa assemblea a Cesano il 24.07.2017 (vedi nostro articolo: “Compost: sì o no all’impianto a Cesano“), il Comitato di Quartiere di Osteria Nuova e Santa Maria di Galeria invita la popolazione all’assemblea alla quale, secondo quanto abbiamo appreso, parteciperanno il Presidente del XV Municipio, Stefano Simonelli, insieme all’Assessore all’Ambiente, Pasquale Annunziata, e ad un rappresentante dell’AMA (forse lo stesso Ing. Bina). Hanno confermato la presenza anche: Agnese Rollo (Consigliere Municipale per il PD), Marcello Ribera (Consigliere Municipale per il PD ed ex Assessore all’Ambiente), Daniele Torquati (Consigliere Municipale per il PD ed ex Presidente del Municipio), Giuseppe Mocci (Consigliere Municipale per FI, precedentemente Lista Marchini) e forse Giuliano Pandolfi (ex Consigliere Municipale e membro del Circolo “Vittorio Sbardella”); purtroppo assenti (sicuramente) gli unici Consiglieri Regionali Giuseppe Emanuele Cangemi e Pietro Sbardella, provenienti da Cesano. Nessun Consigliere o Assessore Comunale previsto, pur essendo un argomento che compete sia il Comune di Roma sia la Regione Lazio. Ci vorrà la quarta assemblea…

NO COMPOSTATORE?

Manifesto diffuso dal CdQ

Riceviamo e pubblichiamo il Comunicato Stampa odierno del Consigliere Regionale Cangemi (FI) sull’argomento:

Rifiuti, Cangemi (FI): “Interrogazione impianti XV Municipio, Zingaretti batta un colpo”

“Ho presentato un’interrogazione urgente al presidente Zingaretti e all’assessore Buschini sugli impianti di trattamento dei rifiuti che Roma Capitale intende costruire nel XV e nel XIII municipio. L’assessore Montanari, pochi giorni fa, ha annunciato che a febbraio presenterà alla Regione Lazio la richiesta per l’iter autorizzativo degli impianti di compostaggio per la lavorazione di organico e multimateriale. E ha dichiarato, inoltre, che ci saranno compensazioni a favore dei cittadini, il che vuol dire che non mancheranno danni e rischi alla collettività interessata. I residenti di Cesano-Osteria Nuova sono molto preoccupati: il territorio già soffre per l’inquinamento elettromagnetico e per la presenza del Centro nucleare Enea, non ha bisogno di essere ulteriormente colpito da un impianto di compostaggio che porterà inevitabili conseguenze dal punto di vista ambientale e un via vai di camion carichi di rifiuti con inevitabili disagi per il traffico già congestionato. Con la mia interrogazione chiedo alla Giunta di spiegare se sia a conoscenza delle caratteristiche tecniche degli impianti; se gli organi competenti abbiano eseguito i controlli necessari sull’impatto ambientale, riguardo emissioni odorose e inquinamento delle falde acquifere e se intenda intervenire a tutela della salute dei cittadini, individuando una zona alternativa a minore densità abitativa, distante dal centro abitato e con un sistema di viabilità adeguato. L’area di Cesano-Osteria Nuova è la meno adatta ad ospitare un impianto di compostaggio e non permetteremo che questo territorio diventi il capro espiatorio dell’incapacità programmatoria delle Giunte Raggi-Zingaretti”.

La posizione del Consigliere Municipale Torquati (PD) è palese in questo comunicato del 05.07.2017:

“Oggi abbiamo assistito ad una vera e propria farsa a 5 stelle: un Consiglio Municipale dove la maggioranza, alla presenza del direttore generale di Ama spa, ha dapprima negato e poi ammesso l’esistenza del progetto del nuovo impianto di compostaggio tra Cesano e Osteria Nuova. Il voto contrario del gruppo del PD e delle altre opposizioni non è stato numericamente sufficiente a fermare un’idea e un progetto che chiede alla nostra periferia di farsi carico dello smaltimento dell’umido di ben tre Municipi della città. In questo primo anno di Amministrazione per Cesano e Osteria, periferia delle periferia nord di Roma, non c’è stata una proposta capace di impreziosire questi territori lontani dal centro. Cesano e Osteria Nuova oggi sono state umiliate. Non siamo contrari al compostaggio in generale, ma crediamo che il piano industriale di Ama non possa essere limitato solo alla verifica delle aree disponibili. Il territorio va studiato. La viabilità va considerata, quanto il disagio arrecato ai residenti. Si deve inoltre tenere conto dei siti disponibili che deve indicare la Città metropolitana, cioè la stessa Sindaca Raggi. Riteniamo approssimativo e poco rispettoso dei territori e dei consiglieri tutti anche l’atteggiamento della Giunta e in particolare dell’assessore all’ambiente del Municipio XV che, come si desume da quanto dichiarato da AMA questa mattina, hanno indicato l’area senza nessuna autorizzazione da parte dell’Aula. Non è democratico e soprattutto contravviene a ben due proposte di risoluzione votate all’unanimità nella vecchia e nella attuale consiliatura nelle quali si chiedeva di realizzare solo ed esclusivamente una isola ecologica ad uso esclusivo dei cittadini e non un impianto di compostaggio. Fanno accordi senza dirlo, non rispettano gli eletti, mancano di trasparenza, umiliano i territori e non ascoltano i cittadini. Continueremo a fare la nostra parte opponendoci. Per il bene del Municipio, dei suoi residenti e per la democrazia”.

Ma per dire ciascuno la sua, è bene partecipare domani.

Noi siamo sempre dell’idea di prima ascoltare e poi prendere posizione. Per ora non abbiamo capito ancora che tipo di impianto dovrebbe venire né quale potrebbe essere il vero impatto sul territorio. Abbiamo invece ascoltato molti che si oppongono, per paure legate a passate esperienze.

Ad ogni modo, l’isola ecologica si dovrebbe fare a prescindere, già ciò sarebbe un passo avanti, anche per capire meglio, perché siamo dell’idea che a volte ciò che può sembrare un disagio può essere invece un’opportunità, ma prima vogliamo capire anche cosa ci verrebbe proposto per migliorare non solo la viabilità, il che è un punto sine-qua-non, ma anche altro, come già è stato detto tempo fa (vedi nostro articolo: “Cesano: ecologia e compost“) in dieci punti che sono da Giugno in attesa di risposta.

red. 17.10.2017

Sull'autore

Redazione

Redazione

Related Articles

1 commento

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento