Cesano di Roma

Quando le affermazioni sono pesanti…

Quando le affermazioni sono pesanti…

Quando le affermazioni sono pesanti…
Giugno 13
19:38 2012
È dello scorso 7 Giugno la pubblicazione su uno dei quotidiani online di Roma Nord di una affermazione del tutto gratuita nei confronti degli abitanti di Cesano relativamente allo stato di degrado di parte del tratto della Via Francigena nel percorso compreso nel nostro territorio.

Chi firma l’articolo scrive:

“Ma questo episodio ci mette di fronte a un interrogativo più urgente: a cosa vale l’intervento delle Istituzioni, che pure devono fare opera di controllo e manutenzione, se viene meno per prima la sensibilità di cittadini e residenti che sfregiando un sito come quello della Via Francigena ammettono il loro totale disinteresse verso un patrimonio che appartiene a tutti noi?”.

A questo punto noi rispondiamo, riportando i primi commenti sulla pagina di Facebook:

Cesano di Roma: In parte hanno ragione a scrivere queste cose, in parte si capisce che sotto sotto c’è dell’altro, ma non è ammissibile fare di tutta l’erba un fascio!!! Noi cesanesi, non buttiamo la spazzatura per strada!!!

Un amico: Ci sono stato ne 1990 a fare il militare.bella cittadina,saluto tutti e mai dimenticherò quel posto…

Un’amica: sta di fatto….con tanto di foto….purtroppo di immondizia ovunque ce ne è a volontà, quanti ne vedo ancora oggi che buttano dal finestrino della macchina cicche accese e pezzi di qualsiasi cosa….ma quanti anni ancora ci vorranno x un pò di civiltà???

Cesano di Roma: E’ proprio vero. Quella delle cicche accese l’abbiamo già denunciata dalle pagine di cesanodiroma.com perché, d’estate, sono le prime a provocare gli incendi ai bordi delle strade. Oltre al fatto che chi la butta dalla finestra a casa sua come si comporterà? Ma il punto fondamentale è che non è detto che chi butta a Cesano sia esclusivamente gente del posto come il caro giornalista invece afferma…

Un’amica: certamente, anzi di sicuro nn è gente di Cesano…

Un amico: Chi inquina è un incivile!

Andare a capire se sono cesanesi o meno è di poco conto. Quel che è certo che non si può accettare la presenza di queste “discariche”.
Una soluzione al problema delle discariche può essere insegnare, a questa gente, ad amare e rispettare la natura. Se questo risulta difficile si può trovare un’altra soluzione, ovvero uscire di casa e passeggiare o pedalare. Si imparerebbe a conoscere il territorio, ma soprattutto faremmo da deterrente per tutta quella gente che pensa che luoghi un po’ nascosti siano adatti per scaricarci quel che vogliono.

Pedalare. Camminare. Conoscere il territorio. Proteggere il territorio. Mi sembra una buona ricetta.

Cesano di Roma: Abbiamo specificato che: seppur avendo ragione, seppur l’articolo nasconda sicuramente altri fini, quel che non è accettabile è che il giornalista che firma l’articolo addebiti alla comunità locale il problema.
E’ ovvio che siamo contro chi inquina, ci mancherebbe altro!!!

Tanto per farne un esempio: http://www.cesanodiroma.com/cronaca/via-di-femmina-morta.html

Si sa che la maggior parte di chi scarica abusivamente non sono i privati, ma coloro che svuotano cantine, smaltiscono gomme, fanno ristrutturazioni. Cioè tutti coloro che per smaltire non possono usufruire delle discariche, come quella dell’Olgiata, gratuitamente.

Chi fa quel tipo di lavoretto, stiamo pur certi che non lo fa mentre le famigliole stanno passeggiando lungo la Via Francigena. E’ già capitato di incontrare camioncini sospetti carichi di calcinacci, ma i conducenti hanno saputo nascondersi in proprietà private appena capito di essere seguiti da una vettura. Casi del genere sono capitati di notte.

Il problema è molto più complesso perché oltre al livello di educazione civica che si deve avere, è fondamentale che il cittadino che usufruisce del servizio di un professionista esiga garanzie in quanto allo smaltimento del materiale che viene portato via, problema che rientra nella più complessa tematica della richiesta della fattura, del pagamento dell’IVA che tutti ben conosciamo.

Da queste pagine abbiamo anche informato la cittadinanza che per gettare rifiuti ingombranti esiste in zona una discarica (http://www.cesanodiroma.com/cronaca/dove-scaricare-gratis-i-rifiuti-ingombranti.html).

Purtroppo, ci sono certi tipi di materiali che la discarica dell’Olgiata non ammette, richiedendo uno sforzo superiore per lo smaltimento di certi rifiuti che il residente di altre zone non deve sopportare perché ci sono delle discariche che accettano ogni sorta di materiale di scarto.

Riteniamo imprescindibile che le Istituzioni forniscano tutto l’occorrente al cittadino che non deve inventare nulla. E’ anche fondamentale che la teoria delle finestre rotte venga sempre tenuta presente dalle Istituzioni.

Ma insistiamo nel dire che siamo addolorati nell’apprendere che c’è chi a noi di Cesano ci ha già classificato come… leggiamo le sue parole: “a cosa vale l’intervento delle Istituzioni, che pure devono fare opera di controllo e manutenzione, se viene meno per prima la sensibilità di cittadini e residenti che sfregiando un sito come quello della Via Francigena ammettono il loro totale disinteresse verso un patrimonio che appartiene a tutti noi?”.

Questo è insultante!

Altri interventi del passato: http://www.cesanodiroma.com/cronaca/parco-del-lago.html e http://www.cesanodiroma.com/cronaca/discariche-abusive.html.
2012-06-13 – 19:41:20

Sull'autore

Staff

Staff

Related Articles

0 commenti

Nessun commento ancora!

There are no comments at the moment, do you want to add one?

Scrivi un commento

Scrivi un commento